Nell’ultimo appuntamento, che precede il corso “I segreti per un locale di successo” che si svolgerà a Roma nella giornata del 28 gennaio, il Campione del Mondo di Pasticceria Davide Malizia ci parla dell’importanza per locali e negozi di adeguarsi al self service: la tecnica di vendita più attuale. Quali sono i vantaggi?

Il futuro dei locali e dei negozi è nel self service. Zero code, logica smart e tecnologia integrata: poche regole ma imprescindibili. Chi non si adeguerà sarà costretto a soccombere davanti ad una concorrenza capace di comprendere il valore dell’hi-tech e del dialogo tra offline e online. Investire sulla velocità, i pagamenti mobili e sposare le strategie del web per migliorare la customer experience è fondamentale per il punto vendita del futuro.

Dal supermercato self service all’incremento delle vendite tramite e-commerce (piuttosto che in negozio) passando per i camerini touch screen: il futuro è ormai parte integrante del presente. In quest’ottica si comprende come, integrare dei monitor all’interno del locale con ricette, spiegazione dei prodotti, informazioni sui costi e sull’azienda, sia fondamentale se si vuole rimanere al passo con la realtà che ci circonda. Le colonne hi-tech permetteranno di sostituire parte del personale del negozio e sono strategiche in un’Italia in cui i problemi più consistenti per un imprenditore sono le tasse e la difficoltà di reperire personale qualificato e volenteroso capace di condividere un obiettivo e lavorare per raggiungerlo. Collaboratori dunque sì, ma contati e ben formati. Il resto, dal momento che, come dice Davide Malizia, “le mani non sprigionano profumo e se puoi sostituirle, devi farlo”, può e deve esser gestito da sistemi più innovativi, rapidi, infallibili e attivi H24.

Il futuro della pasticceria è nella tecnologia

La tecnologia in pasticceria è più avanzata di quella degli smartphone solo che, in Italia, oltre il 90% degli imprenditori la rifiuta. È importante sapere che per un locale vincente è indispensabile avere un forno di ultima generazione, regolabile e controllabile anche da cellulare. Oltre al forno, risultano fondamentali gli abbattitori di temperatura e le nuovissime macchine del gelato che oltre al gelato preparano anche il risotto, la crema pasticcera e altri alimenti.

Tecnologie, macchinari e pochi (ma buoni) collaboratori in store. Dopo aver costruito una base solida è importante cercare di strutturare un sistema ferreo e ripetitivo per la produzione dei prodotti e la rapida vendita. McDonald’s può non essere simbolo di qualità ma è senza dubbio un sistema di successo. Studiare i meccanismi che lo hanno portato all’ascesa, imparare il know how e riproporlo con stile e con la qualità desiderata può essere la scelta giusta per comprendere il mercato. Trasformare la pasticceria in una realtà self-service vi farà aumentare le vendite e vi darà modo di rispondere alle aspettative dei clienti sempre più indipendenti, abbracciando la realtà di un negozio omnicanale dove la tecnologia permetterà di comparare le caratteristiche dei prodotti, controllare l’assortimento proponendo anche soluzioni di vendita online e consegna a domicilio.

Sì alle scaffalature da credenza per la pasticceria da forno, sì alle insegne e alle indicazioni stampate o multimediali, sì a togliere i vetri dalle vetrinette (come fa Olivier Bajard, proponendo pasticceria fresca già inscatolata), si a lasciare il cliente muoversi in autonomia. Sarà poi lui stesso a lasciare recensioni, pareri e manifestare (magari sempre tramite monitor) le proprie preferenze raccontando esplicitamente l’esperienza d’acquisto.

Self service non vuol dire locale asettico. Tutt’altro, concentratevi sull’arredamento e sull’integrazione della tecnologia ai vostri arredi e ai corner interni al negozio. Se preferite, lasciate un laboratorio a vista (purché sia sempre impeccabile!) in modo che la gente veda che i prodotti sono tutti realizzati in casa. Una volta definito lo stile e il target di riferimento, lasciatevi consigliare dagli esperti del settore: LocaliArreda fa al caso vostro!

Prossimo articolo
L’arredo per l’ufficio di un locale commerciale: idee e consigli