Le festività in generale, e quindi anche quelle pasquali, sono un ottimo momento per i proprietari di ristoranti e bar che vedono i locali riempirsi: dalle colazioni ai pranzi di Pasqua e Pasquetta fino alle cene.

Se non avete ancora pensato a come arredare il vostro bar o ristorante a tema per Pasqua, vi proponiamo idee originali a cui ispirarvi.

Festività pasquali: idee per arredare bar e ristoranti

Pasqua è alle porte e sono tante le idee per arredare bar e ristoranti da cui potete prendere spunto: dall’arredamento ai menu.

Un locale curato, soprattutto in occasione delle festività, invoglia ai clienti a sceglierlo per trascorrere il giorno di Pasqua e Pasquetta. Per questo, oggi vi parleremo di come arredare il vostro locale per far ricadere la scelta su di voi e distinguervi dagli altri. Il primo passo per arredare un locale è focalizzare bene il tema che lo caratterizzerà: in questo caso, Pasqua. Il tema dovrà essere subito chiaro per il cliente che entrerà nel vostro locale, per questo non bisogna trascurare l’esterno, le vetrine del vostro bar o ristorante. Ricordate, la regola base dell’arredamento di un locale è che esterno ed interno siano sempre connessi e coerenti tra loro.

Sono tre le parole d’ordine da cui partire per arredare il vostro locale per le festività pasquali:

  • tinte pastello
  • elementi tradizionali
  • floreale

Quest’anno, inoltre, la santa Pasqua cade nel pieno del periodo primaverile, quindi per le decorazioni sarà possibile prendere spunto anche dalla natura: fiori, tinte floreali, cestini.

Vediamo nel dettaglio come arredare bar e ristoranti in occasione delle festività pasquali.

Le vetrine: idee per arredarle

Come dicevamo, per arredare un locale a tema bisogna pensare anche alle vetrine, soprattutto se si tratta di un bar. In questo periodo, i bar propongono in vendita molti prodotti della tradizione, come ad esempio le uova di pasqua, le colombe e altri articoli tipici: date rilevanza a questi prodotti dedicandogli uno spazio in vetrina. Nella disposizione di questi elementi, tenete conto anche delle decorazioni facendo attenzione a non creare confusione tra i prodotti in vendita e quelli di esposizione. La regola vuole che il prodotto di punta in esposizione in vetrina debba occupare la zona centrale a circa 1,5 m dal pavimento: una posizione “tattica” per catturare all’istante l’attenzione dei clienti, raggiungendo subito l’occhio. Potete, ad esempio, posizionare al centro un grande uovo di pasqua e far scendere dall’alto piccoli ovetti in plastica o polistirolo che scendono dall’alto attaccati a un filo. Per gli ovetti, scegliete colori pastello: dal giallo, al rosa, al celeste che richiamano sia le tinte pasquali che quelle primaverili.

Tavola: tovaglia o centrotavola?

Il primo bivio davanti cui vi troverete è il seguente: scegliere se puntare sui centrotavola o sulla tovaglia.

Se volete dare più importanza alla tovaglia, scegliete un tessuto leggero e primaverile, come il lino (che dà anche un tono “country” all’ambiente o il cotone) e un colore pastello o una fantasia bucolica/floreale, ma sempre dai colori tenui. In questo ultimo caso, non osate con gli elementi d’arredo sulla tavola, lasciate che la tovaglia sia la vera protagonista!

Se invece fate parte del team “centrotavola” sono molte le idee con cui sbizzarrirvi:

  • Barattoli in vetro

I barattoli in vetro, di diverse dimensioni, sono molto versatili: potete riempirli con gli ovetti, di cioccolato o finti, o con dei fiori di stagione (narciso, mandorlo, ciliegio).

  • Cestini

Anche i cestini in vimini o in legno intrecciato sono degli ottimi contenitori che disposti sulla tavola avranno un effetto davvero gradevole.

  • Piantine

Le piantine sono sempre un evergreen e fanno sempre molta scena. Disponetele al centro del tavolo magari con un piccolo vaso color pastello, rosa, giallo, verde salvia o celeste.

  • Elementi in ceramica

Potete disporre sulla tavola simboli pasquali – come coniglietti, uova o pulcini – in ceramica bianca. Se il tavolo è da 2 o da 4, usate solo un oggetto al centro; se invece è un tavolo per più persone disponeteli su tutta la lunghezza della tavola. 

  • Elementi di riciclo

Se volete dare un tocco originale alla tavola, potete scegliere come centrotavola i cartoncini delle uova e riempirli con uova di porcellana dipinte.

Qualunque sia la vostra scelta, nella scelta delle stoviglie siate sempre sobri, lascerete così i centrotavola, o la tovaglia, protagonisti assoluti!

Consigli: il menu per Pasqua e Pasquetta

Dalla colazione pasquale, tradizione in alcune regioni, al pranzo di Pasqua e di Pasquetta, anche il menu del vostro locale deve essere a tema. Vediamo cosa non deve mancare e qualche idea per renderlo originale:

  • Colazione

Nel Centro Italia si usa fare la colazione pasquale rigorosamente salata. Molti bar organizzano questa colazione la mattina di Pasqua. Cosa non deve mancare: salame e salumi vari, uova sode, pizza al formaggio, colomba e cioccolata. Potete disporre i salumi e il formaggio su grandi taglieri di legno e la cioccolata in barattoli di vetro.

  • Pranzo di Pasqua

Nel menu del pranzo di Pasqua di un ristorante non possono mancare sicuramente i grandi classici: come l’agnello, il coniglio, le uova o un primo a base di asparagi. Ma per stupire i vostri ospiti vi consigliamo di proporre anche qualche rivisitazione, come il millefoglie fatto con la colomba essiccata, proposto dello chef Andrea Alfieri.

  • Pranzo di Pasquetta

I must have culinari che non possono mancare nel pranzo di pasquetta sono la carne, rigorosamente alla brace, l’accoppiata fave e pecorino e ovviamente uova e cioccolato! Questo vale sia nei pranzi “casalinghi” che al ristorante… infatti, proporre questi piatti nel vostro ristorante, dalle fave alle uova di pasqua, farà sentire a casa i vostri ospiti che saranno sicuramente felici di far ritorno nel vostro locale.

Mancano pochi giorni a Pasqua e ora che avete tutte le dritte e idee per arredare il vostro locale e per comporre il menu, non vi resta che mettervi all’opera!