Il bancone è l’anima e il cuore di un bar, il suo biglietto da visita. Ecco i consigli per progettare un bancone per bar che rispecchi l’identità del vostro locale e che piaccia ai clienti.

Rispetto a tutto l’arredamento di un bar, il bancone è l’elemento che ha subìto l’evoluzione più importante e a cui si dedica la massima attenzione sia a livello di personalizzazione estetica e design che di tecnologia.

Uno sviluppo che nasce anche per rispondere alla varietà dell’offerta e alla volontà di distinguersi in modo originale e identificativo. È per questo che è sempre più diffusa la richiesta di banconi per bar progettati su misura. I prodotti tailor made assicurano l’esclusività del prodotto e uno stile riconoscibile e associabile al marchio del locale.

bancone-bar

Quali elementi prendere in considerazione per la scelta di un bancone per bar?

I banconi per bar sono un elemento fondamentale nell’arredo di un bar perché è sono il punto su cui si focalizza l’attenzione del cliente. Ogni dettaglio deve essere curato, dall’aspetto estetico all’organizzazione degli spazi. È importante che rispecchi l’identità del locale. Vediamo insieme 5 consigli per progettare al meglio un bancone per bar che sia in linea con l’identità del vostro locale e che sia funzionale al rapporto barista – cliente. Localiarreda, per venire incontro alle esigenze del cliente, progetta banconi bar su misura customizzandoli in base ai desideri e alla funzionalità.

I materiali da scegliere per il bancone di un bar

Il primo criterio da prendere in considerazione per scegliere il materiale con cui verrà composto il vostro bancone per bar è lo stile del vostro locale. Ad ogni stile corrisponde il materiale giusto. Facciamo qualche esempio:

  • industrial: se il vostro bar rispecchia lo stile industrial, i materiali adatti per il bancone sono l’acciaio e il ferro rigorosamente in toni scuri, dall’antracite al nero.
  • classic chic: per un bar dallo stile classico, che vuole mantenere il proprio valore storico, il legno fa sempre il suo effetto. La tonalità esatta è il legno di ciliegio. Per renderlo classico ma allo stesso tempo di tendenza, potete aggiungere dei dettagli di un materiale diverso, ad esempio la pelle con “effetto trapuntato”

bancone-bar

 

  • minimal: se avete un locale dallo stile minimal, che si basa sulla ricerca e la proposta dell’essenziale, dovete far in modo che anche il bancone lo rispecchi. I materiali ideali di un bancone per bar minimal sono l’acciaio monocolor in genere sui toni chiari del grigio. Potete giocare sempre su questi colori lasciando un unico blocco in cemento con un effetto stucco veneziano e la parte superiore in acciaio, rimanendo sulle stesse tonalità.

 

  • shabby chic: le parole d’ordine sono legno chiaro e bianco. Per dare meglio l’effetto, vi consigliamo di dare al legno un mood “finto rovinato” magari lasciando le tavole in vista.

 

Qualunque sia la scelta del materiale per il vostro bancone per bar, assicuratevi che la superficie del bancone non trattenga lo sporco che sia facile da pulire e che non si rovini. Il materiale ideale per garantire la pulizia è l’acciaio inox, il materiale più usato insieme al granito.

Grazie alla conoscenza dei materiali sia classici sia innovativi Localiarreda vi aiuta a scegliere il materiale giusto per il vostro bancone. Per maggiori informazioni chiama subito!

Gli spazi giusti per organizzare il bancone

Il bancone di un bar deve essere progettato tenendo conto dell’organizzazione degli spazi sia sulla superficie che nell’area in cui è situato. È necessario che ci sia abbastanza spazio davanti al bancone, nell’area dedicata ai clienti, per evitare che si crei un affollamento.

Per quanto riguarda la superficie in cui vengono serviti i clienti del bar, bisogna assicurarsi che ci sia abbastanza spazio libero per servire il massimo numero di clienti possibili. Il trucco è fare una panoramica iniziale e ottimizzare lo spazio espositivo. Questo vi permetterà di aumentare le consumazioni ed essere più veloci nel servire. Vi consigliamo di fare una superficie abbastanza estesa per avere il giusto spazio sia per servire che per disporre gli elementi self-service che aiutano a ottimizzare, dallo zucchero a una postazione per prendere l’acqua in maniera autonoma.

Il retrobanco: come arredarlo?

Ad ogni bancone per bar corrisponde un retrobanco, diviso da questo attraverso una pedana calpestabile. Il retrobanco dipende molto dal tipo di offerta. Se il vostro bar si occupa solo della colazione tradizionale con prodotti forniti da esterni, basta che ci sia un corridoio di passaggio e una parte spaziosa per la macchina del caffè e per gli altri macchinari. Se invece il vostro locale prepara i prodotti artigianalmente, dai panini ai dolci, lo spazio deve essere molto più grande. Ancora più ampio nel caso in cui preparaste prodotti quali centrifughe e frullati: uno spazio dedicato vi aiuterà a non ostacolare le altre preparazioni.

Per arredare le pareti del retrobancone potete utilizzare mensole, grandi scaffalature, quadrotti e mensole in ferro battuto in cui disporre bottiglie e prodotti in evidenza. In genere, la distanza dal banco varia dai 70 agli 80 cm dal bancone.

bancone-bar

L’importanza della vetrina per i banconi per bar

La vetrina è la componente fondamentale del bancone, il punto in cui si focalizza l’attenzione del cliente. In base alla vostra proposta, potete scegliere una vetrina dedicata agli alimenti “caldi”, come pasticceria o tavola calda, oppure per piatti freddi e veloci come tramezzini e panini. Le dimensioni di una vetrina variano in genere da un metro fino a più di tre metri. Per far sì che i prodotti siano ben visibili, nonostante la trasparenza, bisogna assicurarsi che anche l’illuminazione sia ben regolata.  

Potete scegliere il modello di ultima tendenza drop in, le vetrine incassate nella struttura del bancone, o se disporla al fianco del bancone.

Ma quanto costa un bancone per bar?

Il bancone è la parte più costosa dell’arredamento di un bar. Dobbiamo considerare che quando si parla di bancone si intende anche la parte interna e la vetrina refrigerata. I prezzi per un bancone per bar si aggirano intorno ai 5.000 euro al metro quadro, ma il prezzo varia a seconda dei fornitori e dei produttori. Per una superficie di un bancone bar economico siamo sui 20 euro al metro quadro, se invece desiderate un materiale diverso, più pregiato, il prezzo si alza.

Il consiglio di un esperto in materiali e forniture può sicuramente indirizzare la vostra scelta aiutandovi a trovare la soluzione che fa al caso vostro al giusto prezzo di mercato.

Se invece avete un bancone bar usato, potete pensare di richiedere un restyling: questo vi farà risparmiare e vi darà un pezzo di design vintage unico. Un altro modo per abbassare il prezzo è scegliere di rivestire il bancone bar o con pellicole adesive o con soluzioni fai da te.

Se volete avere nel vostro bar un bancone dal design unico, affidatevi a Localiarreda che realizzerà il vostro bancone per bar su misura venendo incontro alle vostre esigenze.